DOMANDE FREQUENTI SULLE PROCEDURE ECDL

 

  1. Devo seguire un corso prima di fare un esame per la patente europea del computer?

  2. Posso sostenere gli esami presso il Centro Territoriale di via Spirito Santo se ho comprato la skill card da un altro test center?

  3. Se non supero un esame posso ripeterlo?


Concetti generali

  1. CHE COS’È L’ECDL?

  2. CHE COS’È LA PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER?

  3. CHE COS’È IL SYLLABUS?

  4. CHE COS’È LA SKILLS CARD?

  5. LA SKILLS CARD HA UNA SCADENZA?

  6. A CHE COSA DÀ  DIRITTO LA SKILLS CARD?

  7. CHE COS’È UN TEST CENTER?


Certificazione e formazione: esami ECDL e corsi di preparazione

  1. COSA DEVO FARE PER OTTENERE LA PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER, CIOÈ IL CERTIFICATO ECDL?

  2. CHI MI CONSEGNA IL CERTIFICATO ECDL?

  3. IL CERTIFICATO ECDL HA UNA SCADENZA?

  4. LA MIA SKILL CARD È SCADUTA: COSA POSSO FARE CON GLI ESAMI CHE AVEVO GIÀ SUPERATO?

  5. COME POSSO PREPARARMI AGLI ESAMI ECDL?

  6. È NECESSARIO QUALCHE TITOLO DI STUDIO PER SOSTENERE GLI ESAMI ECDL? CI SONO VINCOLI D’ETA’?

  7. CI SONO TITOLI DI STUDIO O QUALIFICHE CHE DANNO DIRITTO AL CERTIFICATO ECDL?

  8. QUANDO SI TENGONO GLI ESAMI ECDL?


Spendibilità di ECDL: i riconoscimenti istituzionali

  1. CHE VALORE HA L’ECDL?

  2. L’ECDL MI PUÒ AIUTARE A TROVARE UN LAVORO?

  3. L’ECDL RAPPRESENTA UNA QUALIFICA VALIDA PER I CONCORSI PUBBLICI?

  4. L’ ECDL È UTILIZZABILE COME CREDITO FORMATIVO? E QUANTO VALE?

  5. COSA DEVO FARE PERCHÉ IL CERTIFICATO ECDL MI SIA RICONOSCIUTO  DA PARTE DEL CENTRO PER L’IMPIEGO?


Svolgimento degli esami ECDL

  1. CON QUALI DOCUMENTI DEVO PRESENTARMI AGLI ESAMI?

  2. COME SONO GLI ESAMI ECDL?

  3. QUAL È IL PUNTEGGIO MINIMO PER SUPERARE UN ESAME?

  4. QUAL È IL TEMPO A DISPOSIZIONE PER SOSTENERE UN ESAME?

  5. SI POSSONO SOSTENERE ESAMI IN LINGUA STRANIERA?

  6. SI POSSONO DARE PIU’ ESAMI NELLA STESSA SESSIONE? ANCHE PRESSO TEST CENTER DIVERSI? E QUANTI TENTATIVI SONO CONSENTITI PER SUPERARE OGNI SINGOLO ESAME?

  7. A QUALI NORME DEVO ATTENERMI DURANTE LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI?

  8. QUAL’È LA FUNZIONE DELL’ESAMINATORE?

  9. QUAL’È LA FUNZIONE DEGLI ISPETTORI AICA?


ritorna alla pagina generale sull'ECDL


Devo seguire un corso prima di fare un esame per la patente europea del computer?

No, non è obbligatorio seguire un corso, in quanto è possibile preparasi da soli o con l'ausilio di un testo specifico o di un programma di auto istruzione


Posso sostenere gli esami presso il Centro Territoriale di via Spirito Santo se ho comprato la skill card da un altro test center?

Sì, è possibile acquistare e sostenere gli esami in qualunque test center.


Se non supero un esame posso ripeterlo?

Sì, gli esami possono essere ripetuti più volte. Purtroppo, però, è necessario pagare nuovamente il costo previsto. Il Centro Territoriale di via Spirito Santo prevede prezzi agevolati per gli esami ripetuti (vedi la tabella dei costi).

 


ritorna sopra


Concetti generali

 

CHE COS’È L’ECDL?

ECDL è la sigla di European Computer Driving Licence, letteralmente “patente europea di guida del computer”: è un attestato che certifica il possesso delle competenze informatiche di base, verificate mediante il superamento di sette esami, il cui contenuto è definito a livello internazionale nel Syllabus.

L’ECDL è un costituito materialmente da un certificato cartaceo, sottoscritto dal Presidente di AICA e con il timbro di AICA, in cui sono riportati i dati anagrafici della persona che lo ha conseguito e un identificativo numerico (corrispondente alla sua Skills Card). Tale certificato, rilasciato a chi ha superato i sette esami previsti, non ha valore legale di titolo di studio, ma è un’attestazione delle competenze informatiche dimostrate mediante il superamento di questi esami.

CHE COS’È LA PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER?

“Patente europea del computer” è la traduzione correntemente usata in Italia per riferirsi all’ECDL: si può quindi considerare sinonimo di ECDL.

CHE COS’È IL SYLLABUS?

Il Syllabus è il programma degli esami ECDL, definito a livello internazionale dalla ECDL Foundation e tradotto in Italiano da AICA.

Il Syllabus per l’ECDL Core è pubblicato sul sito Web di AICA alla pagina http://www.aicanet.it/certificazioni/ecdl/core-level/syllabus/Syllabus ECDL Core V5.pdf/view. Il Syllabus attualmente in vigore, al quale fare riferimento per la preparazione agli esami, è il 5.0.

CHE COS’È LA SKILLS CARD?

La Skills Card è un documento ufficiale e personale, emesso da AICA, costituito materialmente da un tesserino: essa abilita il suo proprietario all’effettuazione di esami ECDL e consente la registrazione degli esami via via effettuati. La Skills Card, associata a un identificativo univoco, è di proprietà del candidato che l’ha acquistata e può essere trattenuta dal Test Center che l’ha venduta solo temporaneamente, per esigenze di registrazione.

La Skills Card sta agli esami ECDL come il libretto universitario rispetto agli esami di università.

LA SKILLS CARD HA UNA SCADENZA?

La Skills Card ha una validità di tre anni dalla data del rilascio al candidato da parte del Test Center che l'ha venduta. Scaduto tale termine la Skills Card non da più diritto ai candidati di sostenere gli esami. Qualora il candidato non dovesse concludere positivamente tutti i sette esami previsti entro i tre anni di validità e fosse ancora interessato a conseguire il Certificato ECDL, dovrà acquistare una nuova Skills Card.

A fronte di una richiesta da parte del Test Center, AICA si riserva di convalidare o meno, trasferendoli sulla nuova Skills Card, solo gli esami sostenuti sulla base del Syllabus attualmente in vigore (cioè il Syllabus 4.0), tenendo conto delle direttive dell'ECDL Foundation. Il candidato dovrà invece comunque ripetere gli eventuali esami registrati sulla Skills Card scaduta, se sostenuti su versioni precedenti del Syllabus: tali esami potranno essere considerati ai fini del conseguimento di ECDL Start, ma non potranno in nessun caso essere trasferiti sulla nuova Skills Card

Però a breve (probabilmente entro luglio 2006) si prevede l'introduzione di un esame Update (un unico esame con domande su tutti e 7 i moduli aggiornati) che potrebbe sopperire agli esami superati con il Syllabus 3.0 che non sarebbero trasferibili su una nuova Skills Card. In altre parole, da qui a luglio, si potrà con una nuova Skills Card:

A CHE COSA DÀ  DIRITTO LA SKILLS CARD?

La Skills Card dà al suo possessore il diritto di effettuare gli esami ECDL, durante una delle sessioni programmate, in un qualsiasi Test Center (italiano e non), anche diverso da quello presso il quale è stata acquistata: il candidato non può dunque essere obbligato a effettuare tutti gli esami presso il Test Center dal quale l’ha acquistata. Il candidato ha il diritto di esigere la consegna della Skills Card nel momento in cui l’acquista. Il Test Center che l’ha venduta è obbligato a consegnare subito la Skills Card e può trattenerla solo temporaneamente ed ai soli fini di registrazione.

La Skills Card abilita all’effettuazione e alla registrazione degli esami: senza Skills Card non è dunque possibile sostenere esami ECDL. Ma l’effettuazione di ogni singolo esame implica il pagamento di una quota al Test Center scelto per l’esame. Il candidato può decidere di sostenere gli esami in Test Center differenti: deve tuttavia tenere presente che ogni Test Center è un ente distinto. Se quindi vuole sostenere un modulo di esame già pagato al Test Center A presso il Test Center B, deve pagare nuovamente la quota di esame al Test Center B, per quello specifico esame.

Il candidato, in base alle sue esigenze, può valutare se accettare da un Test Center un’offerta economica inclusiva di Skills Card, esami e corso di preparazione agli esami. Ma deve essere chiaro che il candidato è libero di rifiutare offerte di questo tipo e ha il diritto di acquistare separatamente la Skills Card e ogni singolo esame: non può quindi essere obbligato ad acquistare in un unico pacchetto la Skills Card e i sette esami, né tanto meno Skills Card ed esami inglobati nel prezzo di un corso di formazione (non è infatti obbligatorio seguire un corso per sostenere gli esami ECDL).

CHE COS’È UN TEST CENTER?

Un Test Center è una sede d’esami permanente, accreditata da AICA in base al possesso di requisiti, conformi a standard europei, concernenti le attrezzature informatiche, la sicurezza e gli aspetti igienico-sanitari.

Presso un Test Center è possibile acquistare la Skills Card, sostenere gli esami ECDL e ritirare il Certificato ECDL, dopo aver superato gli esami previsti.

AICA considera validi solo gli esami sostenuti presso Test Center accreditati.

 


ritorna sopra


 

Certificazione e formazione: esami ECDL e corsi di preparazione

 

COSA DEVO FARE PER OTTENERE LA PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER, CIOÈ IL CERTIFICATO ECDL?

Innanzitutto è necessario recarsi presso un qualsiasi Test Center ed acquistare una Skills Card.

Occorre quindi superare i seguenti sette esami presso i Test Center accreditati da AICA:

1 - Concetti teorici di base della Tecnologia dell'Informazione (Basic concepts)
2 - Uso del computer e gestione dei file (Files management)
3 - Elaborazione testi (Word processing)
4 - Foglio elettronico (Spreadsheet)
5 - Basi di dati (Databases)
6 - Strumenti di presentazione (Presentation)
7 - Reti informatiche (Information networks)

Gli esami possono essere sostenuti presso un qualsiasi Test Center accreditato da AICA, anche diverso da quello in cui la Skills Card è stata acquistata.

Una volta che si superano i sette esami, viene rilasciato il Certificato ECDL.

Poiché l’ECDL non è l’attestato di frequenza di un corso, ma è un attestato basato sul superamento di esami, vale la pena qui di sottolineare che per ottenere il Certificato ECDL non è obbligatorio (anche se può essere opportuno) seguire un corso: la frequenza di un corso di preparazione agli esami ECDL è una libera scelta del candidato agli esami.

CHI MI CONSEGNA IL CERTIFICATO ECDL?

Il candidato, una volta superati gli esami previsti, per la consegna del Certificato deve rivolgersi al Test Center presso il quale ha sostenuto l’ultimo esame: infatti il Certificato ECDL, rilasciato da AICA, è da questa consegnato non direttamente al candidato che l’ha conseguito, ma al Test Center presso il quale il candidato ha sostenuto l’ultimo degli esami previsti. È opportuno sottolineare che AICA rilascia il Certificato su esplicita richiesta del Test Center: in assenza di una richiesta, il Certificato non viene emesso. Se il candidato dovesse quindi lamentare un ritardo nella consegna del Certificato, deve innanzitutto accertarsi che il Test Center ne abbia fatto richiesta ad AICA.
In attesa del rilascio del Certificato, per eventuali usi amministrativi, può essere nel frattempo utilizzata la Skills Card, che contiene l'anagrafica del candidato e in cui sono timbrati tutti gli esami superati: la Skills Card può dunque essere prodotta come sostitutivo del relativo Certificato.

IL CERTIFICATO ECDL HA UNA SCADENZA?

No, la certificazione ECDL, al contrario della Skills Card, non ha una scadenza, pertanto non decade neanche in conseguenza dell’aggiornamento del Syllabus.

LA MIA SKILL CARD È SCADUTA: COSA POSSO FARE CON GLI ESAMI CHE AVEVO GIÀ SUPERATO?

A fronte di una richiesta da parte del Test Center, AICA si riserva di convalidare o meno, trasferendoli sulla nuova Skills Card, solo gli esami sostenuti sulla base del Syllabus attualmente in vigore (cioè il Syllabus 4.0), tenendo conto delle direttive dell'ECDL Foundation. Il candidato dovrà invece comunque ripetere gli eventuali esami registrati sulla Skills Card scaduta, se sostenuti su versioni precedenti del Syllabus: tali esami potranno essere considerati ai fini del conseguimento di ECDL Start, ma non potranno in nessun caso essere trasferiti sulla nuova Skills Card.

Per non sprecare l'investimento di tempo ed energie fatto finora, se si sono superati 4 qualsiasi esami tra i 7 moduli previsti, suggeriamo di richiedere, tramite il Test Center dove si è  sostenuto l'ultimo esame, il Certificato ECDL Start.

COME POSSO PREPARARMI AGLI ESAMI ECDL?

La scelta della modalità di preparazione agli esami dipende dal livello di conoscenze già acquisite da chi desidera ottenere la certificazione ECDL.

Si presentano quindi più alternative:

Il candidato, se ha acquisito in precedenza una certa esperienza con il personal computer, può prepararsi in modo autonomo e sostenere gli esami presso un qualunque Test Center accreditato da AICA, come “privatista” autodidatta.

Il “privatista”, per colmare eventuali lacune rispetto al programma d’esame, può fare uso di uno dei molti materiali didattici su ECDL (manuali, CD-ROM multimediali ecc.), reperibili presso qualsiasi buona libreria od offerti da alcuni Test Center.

Nell’ambito del materiale didattico i più economici sono i libri, utili per la preparazione agli esami soprattutto se il lettore ha già una discreta conoscenza di base del personal computer. I CD-ROM multimediali sono più costosi, ma sono anche più adatti a una formazione completa da autodidatta.

Il candidato che parte da zero o da una conoscenza minima del personal computer o che comunque ritiene di aver bisogno delle spiegazioni e dell’assistenza di un docente, può seguire uno dei corsi di formazione in aula che oggi vengono proposti sia dai Test Center. Ad esempio il Centro Territoriale di via Spirito Santo organizza periodicamente corsi gratuiti di preparazione alla Patente Europea del Computer: per i bandi di ammissione ed ogni altra informazione si rimanda all'apposita sezione di questo sito.

È NECESSARIO QUALCHE TITOLO DI STUDIO PER SOSTENERE GLI ESAMI ECDL? CI SONO VINCOLI D’ETA’?

Non esistono né limiti d'età né prerequisiti a livello di titoli di studio per sostenere gli esami ECDL.

CI SONO TITOLI DI STUDIO O QUALIFICHE CHE DANNO DIRITTO AL CERTIFICATO ECDL?

Il Certificato ECDL può essere ottenuto esclusivamente superando gli esami relativi ai sette moduli del Syllabus: non vengono quindi riconosciuti crediti formativi ai fini del conseguimento del Certificato ECDL e non esistono titoli di studio sostitutivi dei sette esami previsti.

QUANDO SI TENGONO GLI ESAMI ECDL?

Ogni test Center organizza il proprio calendario d'esami. Il Centro Territoriale di via Spirito Santo prevede una sessione ordinaria ogni primo lunedì del mese. Al bisogno vengono attivate ulteriori sessioni straordinarie.

 


ritorna sopra


 

Spendibilità di ECDL: i riconoscimenti istituzionali

 

CHE VALORE HA L’ECDL?

L’ECDL non costituisce titolo legale di studio, né si configura come qualifica professionale: è piuttosto un attestato che certifica il possesso, da parte di chi l’ha conseguito, di determinate competenze informatiche di base, definite in base a uno standard internazionale (il Syllabus). La verifica di queste competenze è effettuata tramite sette esami. L’ECDL può essere paragonata alle certificazioni che attestano le conoscenze linguistiche (ad es. il TOEFL o il Cambridge Certificate per l’Inglese), anch’esse basate su esami, che fanno testo in tale campo in tutto il mondo.

Come per le certificazioni linguistiche, il valore dell’ECDL dipende dall’oggettività con cui è effettuata la verifica delle competenze, più precisamente dall’oggettività della metodologia di erogazione degli esami. AICA, in quanto ente di controllo, super partes, distinto sia dai Test Center sia dai candidati, si fa garante in Italia dell’oggettività degli esami ECDL: per quanto attiene il rispetto delle norme di svolgimento degli esami, mediante frequenti verifiche ispettive (Audit) condotte senza preavviso, a esami in corso e, per quanto riguarda l’uniformità e imparzialità della valutazione degli esami, mediante l’automazione degli esami con il sistema software ALICE.

Per queste garanzie di oggettività e per la sua ampia circolarità internazionale, conseguente all’essere uno standard europeo, l’ECDL ha ottenuto in Italia molti riconoscimenti istituzionali, tra i quali ricordiamo i seguenti.

Ai fini del punteggio nei Concorsi Pubblici per titoli (o per titoli ed esami), il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato parere positivo circa la possibilità di includere il Certificato ECDL fra i titoli culturali di merito, cioè tra quelli che vengono valutati ai fini del punteggio.

La decisione è comunque a discrezione delle singole Commissioni che devono valutare se il livello di conoscenze informatiche richiesto per i profili professionali a concorso coincida con il livello formativo garantito dalla Patente Europea per il Computer.

ECDL può quindi essere fatta valere ai fini di avanzamento nella carriera nella pubblica amministrazione, ma anche in tal caso la decisione è lasciata alle singole Amministrazioni.

Il 26 febbraio 2001 è stato siglato un protocollo d’intesa fra M.P.I e Ministero del Lavoro  e Previdenza Sociale che dichiara la volontà di promuovere il riconoscimento delle competenze informatiche certificate secondo lo standard ECDL e di diffondere tale intesa presso tutti i Centri dell’Impiego. Nonostante tale protocollo, il riconoscimento di ECDL è comunque a discrezione dei singoli Uffici del Lavoro, avendo il Ministero  delegato alle Regioni e agli Enti Locali i compiti e le funzioni nell’ambito del collocamento e delle politiche del lavoro.

Va detto che AICA sta operando attivamente per sensibilizzare le Amministrazioni Regionali e ci auguriamo che, in tempi non troppo lunghi, il riconoscimento di ECDL sia diffuso in modo significativo. Ad oggi sono stati siglati accordi rispettivamente con la Regione Lombardia, la Regione Veneto, la Regione Piemonte, la Regione Toscana, la Regione Sicilia e la Regione Campania in base ai quali  la Regione si impegna ad operare per il riconoscimento quale “credito formativo” della patente ECDL ai fini dell’inserimento nei curricula formativi e per l’attivazione delle “passerelle” tra sistema scolastico, sistema della formazione professionale e mondo del lavoro. Ci auguriamo che l’esempio di tali Regioni possa aprire la strada a molti accordi similari.

L’ECDL MI PUÒ AIUTARE A TROVARE UN LAVORO?

L’ECDL certifica il possesso di competenze informatiche di base, che nell’odierna società dell’informazione tutti dovrebbero avere e che sempre più saranno richieste per qualsiasi professione. L’ECDL può quindi essere richiesta da datori di lavoro o da agenzie di lavoro interinale, in tutti i casi in cui per svolgere una certa mansione sono utili competenze informatiche di base: in questi casi l’ECDL è accettata come sostitutiva di una diretta verifica delle competenze che sarebbe assai oneroso condurre in proprio e che difficilmente potrebbe essere esaustiva quanto i sette esami ECDL.

Il conseguimento di ECDL può quindi essere utile nella ricerca di un lavoro ma deve essere chiaro che non garantisce in sé uno sbocco lavorativo: la certificazione ECDL infatti non costituisce in se stessa una qualifica professionale, ma solo una componente trasversale e comune a molte qualifiche professionali.

L’ECDL RAPPRESENTA UNA QUALIFICA VALIDA PER I CONCORSI PUBBLICI?

L’ECDL è la certificazione di una competenza, importante in molte professioni, ma non è una qualifica professionale e, come tale, non può essere utilizzata – ad esempio – ai fini della legge quadro n. 845 del 21 dicembre 1978.

Va comunque detto che ai fini del punteggio nei Concorsi Pubblici per titoli (o per titoli ed esami), il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato parere positivo circa la possibilità di includere il Certificato ECDL fra i titoli culturali di merito.

La decisione è comunque a discrezione delle singole Commissioni che devono valutare se il livello di conoscenze informatiche richiesto per i profili professionali a concorso coincida con il livello formativo garantito dalla Patente Europea per il Computer.

ECDL può quindi essere fatta valere ai fini dell’avanzamento nella carriera nella pubblica amministrazione ma la decisione è lasciata alle singole amministrazioni.

La Regione Toscana, prevede l’equiparazione di ECDL Base e ECDL Advanced alla qualifica professionale di Operatore Informatico.

L’ ECDL È UTILIZZABILE COME CREDITO FORMATIVO? E QUANTO VALE?

L’ECDL è comunemente accettato come credito formativo agli esami di Stato (negli istituti scolastici superiori) e in molte università. Tuttavia, in una situazione di crescente decentramento, in cui ogni singolo Istituto scolastico, ogni singolo Ateneo, ogni singola Regione e ogni singola Provincia (da cui dipendono amministrativamente i Centri per l’Impiego) sono autonomi in materia di crediti formativi, non esiste una situazione omogenea per quanto riguarda i riconoscimenti ed ogni Ente decide in proprio se riconoscere un titolo come credito formativo e che punteggio assegnare.
Per ogni caso specifico la domanda relativa alla validità dell’ECDL come credito formativo e al relativo punteggio assegnato, pertanto, deve essere posta non ad AICA, ma all’Ente  presso il quale si intende “spendere” la certificazione ECDL (Core, Advanced, Specialised), sia esso un Istituto scolastico, un’Università, un Centro per l’Impiego o una Commissione di concorso .

Agli esami di Stato (ex Diploma di Maturità) la valutazione dei crediti formativi, in termini di punteggio, dipende dal Consiglio di Classe in base anche ai risultati raggiunti dallo studente durante l'anno. In base alla normativa sulle autonomie scolastiche, non esiste alcuna legge che obbliga lo studente delle scuole statali di ogni ordine e grado al conseguimento del Certificato ECDL.

A livello universitario, sempre in base alla legge sulla autonomia, ladecisione se e come (cioè con quale punteggio) riconoscere i crediti spetta alle singole Università. In generale ciascuna Università stabilisce il punteggio da assegnare ai vari crediti formativi, e quindi anche alla Patente Europea del Computer, in base alla durata del corso istituzionale previsto per il suo conseguimento.

Bisogna tenere presente che alcune Università e alcuni Istituti medi superiori ammettono come credito formativo anche il Certificato ECDL Start, rilasciato a richiesta da AICA al superamento di 4 qualsiasi dei 7 esami previsti. Naturalmente il punteggio assegnato sarà inferiore a quello assegnato a ECDL completo.

COSA DEVO FARE PERCHÉ IL CERTIFICATO ECDL MI SIA RICONOSCIUTO  DA PARTE DEL CENTRO PER L’IMPIEGO?

In attesa di delibere organiche in merito da parte  delle Regioni convenzionate con AICA (Campania, Lazio, Lombardia, Piemonte, ecc.), chi ha conseguito il Certificato ECDL, per farselo riconoscere dal Centro per l’Impiego (CPI) di competenza, deve fare riferimento al documento Prot. 151/IV del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali datato 4.7.2003 ,   con oggetto   “Richiesta di Riconoscimento certificazione ECDL da parte dei Centri per l’Impiego”, che fa seguito alla lettera prot. 477/03.01 del 26.6.2003, nel quale si specifica: “…la certificazione ECDL viene attualmente riconosciuta dai CPI e gestito negli applicativi in uso quale titolo valutabile per l’incontro domanda/offerta di lavoro.”

Seguono, nel documento citato, indicazioni tecniche dettagliate a uso dei CPI, su come registrare l’ECDL in base al software gestionale utilizzato.

 


ritorna sopra


 

Svolgimento degli esami ECDL

 

CON QUALI DOCUMENTI DEVO PRESENTARMI AGLI ESAMI?         

Il candidato deve presentarsi agli esami fornito di regolare Skills Card e di documento di riconoscimento, con foto: sono accettati da AICA tutti i documenti riconosciuti dallo Stato italiano (carta d’identità, passaporto) o, in assenza di questi, un qualsiasi documento emesso da enti pubblici (ad es. libretto universitario, patente di guida, tessera d’abbonamento del tram, licenza di pesca ecc.), purché fornito di foto, nome, cognome e data di nascita o, in alternativa, una foto autenticata dal Comune.

COME SONO GLI ESAMI ECDL?

Gli esami ECDL sono erogati dai Test Center mediante un sistema automatizzato che consente la valutazione automatica dell’esito degli esami e la registrazione, via Internet, dei risultati in un database centralizzato di AICA. Il sistema simula gli applicativi software corrispondenti ai vari moduli di esami (elaborazione testi, foglio elettronico ecc.).

Il contenuto delle domande di esami è riservato e non può essere divulgato. Nel materiale didattico su ECDL si possono trovare esercizi che danno un’idea degli esami ECDL, ma si tratta di semplici esempi, non sottoposti alla verifica di AICA e di cui AICA non risponde.

QUAL È IL PUNTEGGIO MINIMO PER SUPERARE UN ESAME?

Per superare ciascuna prova di esame, è necessario rispondere correttamente almeno al 75% delle domande.

QUAL È IL TEMPO A DISPOSIZIONE PER SOSTENERE UN ESAME?

È necessario  rispettare, per lo svolgimento di ciascun modulo di prova d'esame, un limite di tempo non eccedente i 45 minuti: fa eccezione il modulo 1, per il quale il limite di tempo è di 35 minuti. Nel caso in cui il tempo massimo stabilito venisse superato, verrà mantenuto il punteggio acquisito al termine del tempo a disposizione.

SI POSSONO SOSTENERE ESAMI IN LINGUA STRANIERA?

Quando si parla di validità internazionale dell’ECDL si intende che vengono reciprocamente accettate Certificazioni ECDL e  Skills Card rilasciate in altri Paesi e riconosciuti come validi gli esami qui sostenuti, ma in ogni Paese viene richiesta comunque la conoscenza della lingua nazionale per sostenere materialmente l’esame.

SI POSSONO DARE PIU’ ESAMI NELLA STESSA SESSIONE? ANCHE PRESSO TEST CENTER DIVERSI? E QUANTI TENTATIVI SONO CONSENTITI PER SUPERARE OGNI SINGOLO ESAME?

In base a una normativa internazionale della ECDL Foundation non è in nessun caso possibile ripetere un esame fallito nella stessa giornata . Si possono tuttavia sostenere più moduli di esame nella stessa sessione (anche tutti e sette); si possono inoltre sostenere esami presso Test Center diversi (sia in Italia che all'estero), e  lo stesso esame, se non superato, può essere ritentato (previo pagamento del relativo importo richiesto dal Test Center) infinite volte nell'ambito dei 3 anni di validità della Skills Card, dalla sua data di attivazione, purché in giorni diversi. L'ordine di presentazione degli esami non è progressivo ma libero (ovvero, NON è necessario dare per primo l'esame sul 1° modulo, per secondo quello sul 2° modulo, ecc.)

A QUALI NORME DEVO ATTENERMI DURANTE LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI?

A tutela del valore della certificazione ECDL, durante l’esame i candidati devono attenersi alle seguenti norme.

La violazione di una delle norme sopra elencate comporterà l'annullamento al candidato di tutte le prove di esame sostenute nella sessione.

QUAL’È LA FUNZIONE DELL’ESAMINATORE?

A tutela del valore della certificazione ECDL, l’Esaminatore ha il compito di assicurare il rispetto delle norme di svolgimento degli esami da parte dei candidati: qualora un candidato non rispettasse qualche norma, all’occorrenza ha il potere di annullare la prova di esame. L’Esaminatore, durante la sessione di esami, non può rispondere a domande sul contenuto degli esami da parte dei candidati.

Alla conclusione degli esami, l’Esaminatore comunicherà al candidato l’esito delle prove di esame sostenute.

QUAL’È LA FUNZIONE DEGLI ISPETTORI AICA?

A tutela del valore della certificazione ECDL, gli Ispettori hanno il compito, per conto di AICA, di assicurare il rispetto delle norme di svolgimento degli esami da parte del Test Center e dei candidati: qualora un candidato non rispettasse qualche norma, all’occorrenza hanno il potere di annullare la prova di esame.

A garanzia della qualità complessiva dei Test Center, gli Ispettori possono distribuire ai candidati dei questionari per rilevare il loro grado di soddisfazione nei confronti dei corsi frequentati, del materiale didattico utilizzato, delle attrezzature informatiche del Test Center e del modo in cui sono stati effettuati gli esami.

 


ritorna sopra